Bonus bebé

 

L’INPS comunica che è attivo il servizio per l’invio delle domande di Bonus bebè per il 2015. La domanda per il riconoscimento dell’assegno deve essere presentata all’INPS, esclusivamente in via telematica, mediante i servizi telematici INPS, accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo. Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’INPS direttamente al richiedente.

Il bonus bebè è riconosciuto per ogni figlio nato o adottato tra il 1° gennaio 2015 ed il 31 dicembre 2017.

L’assegno è da corrispondere mensilmente fino al terzo anno di vita del bambino, oppure fino al terzo anno dall’ingresso in famiglia del figlio adottato (art. 1 della legge di Stabilità 2015) per i figli di cittadini italiani o comunitari oppure per i figli di cittadini di Stati extracomunitari con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, residenti in Italia, a condizione che il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente sia in una situazione economica corrispondente ad un valore dell’ISEE non superiore ai 25.000 euro annui. Per i nuclei familiari in possesso di un ISEE non superiore a 7.000 euro annui, l’importo annuale dell’assegno è raddoppiato.
L’assegno è corrisposto direttamente dall’INPS.
Per poter richiedere il bonus bebè occorre preliminarmente presentare una Dichiarazione Sostitutiva Unica  (di seguito D.S.U.) secondo le nuove regole introdotte dal citato D.P.C.M. n. 159/2013. Inoltre è necessario che nel nucleo familiare indicato nella predetta D.S.U. sia presente il figlio nato, adottato, o in affido preadottivo.
Il genitore avente i requisiti di legge presenta la domanda di assegno, una sola volta, per ciascun figlio nato o adottato o in affido preadottivo nel triennio 2015-2017.
Se la domanda presentata oltre i termini (90 giorni), l’assegno decorre dal mese di presentazione della domanda.
In via transitoria, considerato che il beneficio è in vigore dal 1° gennaio 2015, per le nascite/adozioni/affidamenti preadottivi avvenuti tra il 1° gennaio 2015 e la data di entrata in vigore del D.P.C.M. (27 aprile 2015), i termini di 90 giorni per la presentazione della domanda decorrono da tale data.
Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’Istituto direttamente al richiedente. Se la domanda è stata presentata nei termini di legge (entro i 90 giorni, secondo le indicazioni contenute ai precedenti paragrafi 5 e 5.1), il primo pagamento comprende l’importo delle mensilità sino a quel momento maturate.
La domanda per il riconoscimento dell’assegno deve essere presentata all’INPS esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:
Per agevolare la compilazione della domanda on line, nella sezione moduli del sito www.inps.it sarà disponibile un modulo facsimile che ripropone le maschere del servizio on line.

 

Related Posts